Come scegliere le sedie da cucina: i dettagli che non puoi trascurare

Dalle assonnate colazioni all’alba, prima di andare in ufficio, alle cene con gli amici, scegliere le sedie da cucina perfette per ogni occasione non è mai facile. Devono contribuire a valorizzare i tuoi spazi e a creare un ambiente versatile e confortevole. Tuttavia, solo di rado gli diamo l’importanza che meritano.

Nella scelta delle sedie da tavolo sprofondiamo spesso in un senso di vertigine. Tant’è che releghiamo la scelta di questi mobili essenziali a momenti successivi, dopo aver deciso il tavolo da pranzo, l’arredo e tutti i complementi. Succede anche a te?

In realtà, la scelta delle sedie è fondamentale. Ci sono delle considerazioni da fare prima di acquistarle. Riuscirai ad abbinarle a quel tavolo in legno che adori? Il loro design si adatterà al resto dei mobili? Esistono molte opzioni, ma le regole sono semplici. Scopriamo insieme quali sono i dettagli che non puoi trascurare, quando scegli le tue sedie da pranzo.

Sedie da cucina: voglia di comfort e design

Complice la tendenza all’open space, ormai divenuta quasi una regola, cucina e sala da pranzo sono spesso un unico grande ambiente. È la stanza della casa più frequentata, in cui passi la maggior parte del tempo e dove accogli amici e parenti.

Proprio per questo, hai progettato e studiato ogni minimo dettaglio: colore delle pareti, stile del divano e altezza delle librerie. Vuoi una sala da pranzo accogliente e funzionale. Eppure, c’è qualcosa che stona e ne compromette l’armonia: le sedie.

Scegliere le sedie da cucina giuste è essenziale, se vuoi valorizzare l’ambiente e donare a te e ai tuoi ospiti un’esperienza di comfort indimenticabile, senza trascurare il design.

Dunque, come fare? Ecco alcuni e semplici consigli su cui riflettere prima di scegliere le sedie per tavoli da pranzo.

Altezza sedie: più comfort per tutti

Molti pensano che la scelta delle sedie sia secondaria. D’altronde sono sempre sotto al tavolo e a malapena si vedono. Certo, però, nessuno ama mangiare su una sedia scomoda, soprattutto i tuoi ospiti.

È sorprendente come la scelta di colore e design vengano prima del comfort, quando si acquistano sedie da pranzo. L’estetica può essere ingannevole, quindi dovresti chiederti: posso sedermi comodamente su questa sedia per le prossime due ore senza desiderare di alzarmi?

Dunque, uno degli errori da non commettere quando arredi casa, è acquistare sedie troppo alte o troppo basse, rispetto al tavolo da pranzo. Oppure, sedie dalle forme ammalianti, che poi si rivelano delle vere torture per il tuo corpo. Ricorda che l’unico modo per conoscere la giusta altezza della seduta è provare sedie diverse, finché non trovi quella migliore per te.

Devi considerare l’uso che ne farai e gli spazi a disposizione. Se hai una stanza piccola e sei solito alzarti spesso, le sedie da cucina non dovrebbero essere troppo pesanti, avere schienali alti e neppure braccioli, per facilitare i movimenti.

Queste sono le prime considerazioni da fare per evitare sedie sproporzionate, che possono compromettere l’intero progetto d’arredamento. Oltre a risultare scomode e a rovinare una fantastica cena tra amici.

Materiali sedie: scegli il tuo preferito

I materiali usati nella realizzazione di sedie per tavoli da pranzo sono tantissimi: dal tradizionale legno al metallo, fino alla trasparenza dei materiali plastici.

Inoltre, negli ultimi tempi, i designer d’interni hanno iniziato a progettare sedie combinando materiali diversi. Quindi, non è raro trovare sedute in legno abbinate a gambe in alluminio, che alleggeriscono la struttura donando comfort e stabilità.

Indipendentemente dal materiale che sceglierai, le sedie devono dare sicurezza e stabilità. Scegli materiali di alta qualità, non soffermarti al solo design, e potrai sederti sulla stessa sedia a lungo.

Abbinare sedie diverse? Libera la tua creatività

Mentre alcuni anni fa, sedie e tavolo erano parte di un unico set, oggi le regole sono cambiate. Sempre più spesso i designer esaltano la diversità e il desiderio di personalizzazione. Da qui la scelta di abbinare sedie diverse, in contrasto rispetto allo stile del tavolo.

Se hai un piano in legno antico, ad esempio, puoi renderlo moderno abbinando sedie in acciaio, il risultato sarà sorprendente. Se invece vuoi osare, gioca sul contrasto di stili e di materiali.

Accosta sedie in paglia e sedute in plastica, in un unico spazio. Darai ritmo e personalità ai tuoi interni. Se è questo il tuo stile, posiziona sedie diverse intorno al tavolo e libera la tua creatività.

Scegli le sedie in base alle tue necessità

Certo, siamo tutti d’accordo: il tessuto e il cuoio imbottito sono più comodi rispetto a sedute in legno o acciaio. Ma, è anche vero, che i tessuti si sporcano con più facilità e sono molto difficili da pulire.

Dunque, se hai bambini piccoli, ma anche cani o gatti, che amano gironzolare per casa, meglio evitare i materiali delicati, come velluto o ciniglia, molto fragili e difficili da pulire.
Punta invece su tessuti sintetici, oppure valuta l’opportunità di utilizzare cuscini rimovibili. Donano il comfort necessario, ma possono anche essere lavati facilmente e sostituiti in pochi minuti.

In sintesi, altezza e dimensione della seduta, materiali e personalità, questi sono alcuni aspetti che ti permetteranno di creare un ambiente accogliente e piacevole. Ora spetta a te rielaborarli e creare la tua personale sala da pranzo.

Valorizza i tuoi spazi: scegli le sedie da cucina perfette per te

Fin dagli anni ’60, le sedie per tavolo da pranzo sono riconosciute come vere e proprie opere d’arte, sinonimo di design, in grado di donare stile e personalità all’intera abitazione. Soffermati a valutarle attentamente e considerale sia in base alle dimensioni del tavolo che al contesto in cui andrai a metterle.

I fattori da considerare prima di scegliere le sedie da cucina sono molti. Tuttavia, come hai visto, bastano piccole accortezze per fare la scelta giusta.

Stai pensando di acquistare delle sedie da cucina per valorizzare il tuo tavolo? Oppure, credi sia arrivato il momento di ridonare splendore alla tua sala da pranzo? Se hai ancora dei dubbi, non fare una scelta affrettata, contattaci senza impegno e raccontaci le tue idee.  

Noi di Scaligera Arredamenti viviamo l’arredo d’interni con passione. Siamo sempre orientati all’innovazione, senza mai dimenticare il sapore della tradizione nella scelta di soluzioni di qualità, adatte a qualsiasi progetto. Saremo felici di consigliarti e proporti le soluzioni perfette per esaltare al meglio ogni spazio della tua casa.

Come arredare casa: 5 errori da evitare

Scegliere come arredare casa senza uscirne stravolta è possibile. Casa è il tuo spazio, il tuo rifugio dalla routine quotidiana, in cui vivere è piacevole grazie a un arredamento accogliente e funzionale.

Arredare casa non significa solo scegliere uno stile di arredamento e replicarlo. Stiamo parlando di un rito, un cambiamento, a volte necessario per stare meglio con te stessa. Cambiare è inevitabile.

Ma stravolgere l’arredamento di casa può nascondere delle insidie e degli errori in cui è facile inciampare se non sei un’addetta ai lavori. Dunque, probabilmente hai già in mente un’idea, ma sei sicura di stare facendo tutto nel modo giusto? A scanso di equivoci ecco i 5 errori da evitare nell’arredamento fai da te.

Arredare casa: quali errori non dovresti commettere

La tua casa racconta chi sei, la tua storia, la tua vita. È il luogo sicuro in cui puoi esprimerti in libertà, attraverso la scelta di colori, mobili e complementi d’arredo.

Se vuoi partire con il piede giusto, la prima cosa da fare è individuare uno o più stili di arredamento che vorresti replicare nel tuo appartamento. Ne esistono diversi, e cogliere quali siano le caratteristiche che ti ammaliano dell’uno o dell’altro, non è sempre così intuitivo.

L’arredamento moderno, ad esempio, presenta linee sobrie e classiche, per chi cerca una soluzione pulita e ordinata. Mentre lo stile scandinavo offre un’atmosfera più calda, con i suoi colori pastello e l’uso di materiali riciclati.

Se invece vuoi fare un tuffo nel passato, è lo stile vintage quello da cui trarre ispirazione. Oggetti dall’aspetto “vissuto” e texture legnose sono perfetti per creare l’atmosfera giusta. Inoltre, si adattano senza difficoltà anche se devi arredare una casa piccola.

A prescindere dallo stile che sceglierai, o dalle combinazioni di stile, che vorresti implementare nella tua casa, ci sono 5 errori che non devi commettere. Conoscerli prima ti aiuterà a metterti nella condizione di arredare casa per ottenere l’atmosfera che meglio rispecchia i tuoi desideri.

Ascolta sempre te stessa

Quando pensi a come arredare casa, chiedere il consiglio di amici e famigliari è lecito. Loro ti conoscono più di chiunque altro e sanno quali sono i tuoi gusti e le tue abitudini. Quindi, i loro consigli possono essere molto preziosi.

Tuttavia, la scelta finale spetta a te. Sei tu che dovrai vivere con quegli arredi. Quindi, non farti influenzare troppo. Ascolta, pondera, ma riproponi il tuo gusto personale. Se l’arredo casa piace a te, non può essere sbagliato.

Non avere fretta

Arredare casa da sola può essere impegnativo e potresti non resistere all’impulso di un acquisto frettoloso. Spesso, invece, le case migliori sono quelle arredate con calma e personalità. A volte, puoi trovare l’oggetto d’arredo e il mobile giusto, quasi per caso.

Per esempio, quelle sedie in vimini, che hai adocchiato in un mercatino, potrebbero adattarsi perfettamente al tavolo da pranzo ereditato da una vecchia zia. Dunque, abbi pazienza.

Se invece non puoi o no vuoi aspettare, allora la soluzione migliore è rivolgerti a chi ha trasformato la propria passione per l’arredo interni in una professione. I nostri esperti possono accompagnarti nella scelta delle soluzioni migliori, per trasformare le tue idee in realtà e arredare la tua casa proprio come la stai immaginando.

Non seguire solo le tendenze d’arredo

Le tendenze arredo cambiano ogni anno, ma la tua casa, purtroppo, no. Dunque, non seguire esclusivamente le mode del momento, ti stancheranno in fretta. La soluzione è fondere le tendenze con i tuoi gusti personali.

Arredare con personalità vuol dire proprio ricreare un ambiente che va oltre le mode, poiché soddisfa le tue necessità e ti fa sentire davvero a casa. Quindi, chiediti sempre se quello stile, o quell’oggetto d’arredo, potrebbero stancarti, oppure rispecchiano proprio il tuo “sentire”.

Come arredare casa: fai attenzione ai colori

Arredare casa in un unico colore, come il bianco o il nero, può essere molto difficile per chi non si intende di arredamento. Potresti rischiare di creare un ambiente asettico, oppure triste e cupo, cosa che vuoi assolutamente evitare.

Scegliere con cura una palette di colori è la parte più difficile del processo, perché influirà su tutto l’arredamento. Per questo è importante affidarti a professionisti e interior designer, che sappiano guidarti nella scelta delle tonalità migliori, per riprodurre fedelmente la tua idea di casa.

Utilizza i vecchi arredi con parsimonia

Scegliere lo stile vintage può essere una bellissima idea, per riciclare vecchi mobili di famiglia. Attenzione però a non esagerare. L’utilizzo di vecchi arredi implica il rischio di creare un effetto museo.

La soluzione migliore è quella di sceglierne solo alcuni e abbinarli a mobili contemporanei. In questo modo, non solo farai una scelta eco-sostenibile, ma potrai far rivivere una storia e dare la giusta personalità alla tua casa.

Ecco, questi sono gli errori più frequenti che abbiamo riscontrato, poiché la parte difficile dell’arredare è saper dire “no”. Quando comprerai gli arredi abbi la forza e la determinazione di scegliere solo i complementi che si abbinano con il resto della casa.

Non scegliere ciò che è bello, ma quello che ti rappresenta e crea armonia con gli altri elementi. Poi, naturalmente, anche la qualità degli arredi che acquisterai farà la differenza.

Come arredare casa con personalità

Lo sappiamo bene, la principale difficoltà che ti frena quando cominci ad arredare casa è scegliere un tipo di arredamento che non ti stanchi mai. Quindi, va benissimo sfogliare pagine di riviste e siti web, per informarti sulle tendenze in materia di design, ma ricorda di non seguirle alla lettera. Il segreto sta tutto nel creare il tuo stile personale.

Dunque, l’unico modo per arredare casa senza commettere errori è seguire i tuoi gusti. Tuttavia, se proprio vuoi essere sicura e non perdere tempo, affidati a chi sa interpretare i desideri d’arredo interni per dargli una forma concreta.

Da anni, noi di Scaligera Arredamenti sviluppiamo soluzioni d’arredo per ogni tipo di abitazione, dalle più grandi a quelle più piccole. Siamo specializzati nell’arredo d’interni e possiamo proporti le soluzioni che stai cercando. Contattaci senza impegno e raccontaci il tuo progetto, insieme possiamo dare vita alla casa che hai sempre immaginato.

Nuove tendenze arredamento 2020: scopri le novità dell’interior design

Come nella moda, le nuove tendenze arredamento si affacciano verso il futuro della casa, per rispondere al “sentire” quotidiano delle persone. Mentre i grandi classici dell’arredo d’interni fluttuano nel tempo, in attesa di tornare protagonisti, ogni anno, la creatività dei designer scopre inediti giochi di forme, colori e materiali.

Se è vero che non possiamo rinchiudere uno stile d’arredo in un arco temporale, è anche vero che è eccitante ricercare nuove tendenze e vedere l’impatto che avranno. Dall’art déco agli anni ’70, dai colori accesi alle ispirazioni etniche, il 2020 sembra essere l’anno perfetto per osare e lasciare spazio a un’estetica più adulta, sofisticata e moderna.

Se vuoi rinnovare l’arredamento della tua casa, l’inizio del nuovo anno è il momento perfetto. Ecco i colori e le forme che ti accompagneranno nel futuro dell’interior design.

Nuove tendenze arredamento: Milano Design Week 2019

Puntuali come un orologio svizzero, lo scorso aprile in occasione della Milano Design Week, sono state presentate le nuove tendenze arredamento casa del prossimo futuro.

Che si tratti di un ambiente professionale, o dell’intimità della tua casa, l’interior design si ispira al desiderio di un luogo accogliente in cui sentirti bene. I nuovi trend sono orientati al comfort e alla sostenibilità, senza tralasciare il contrasto tra il retrò e le tecnologie che rendono intelligente la tua casa.

Anche se è difficile portare tutte le ispirazioni all’ultima moda nella tua casa, puoi volare con la fantasia e cogliere i trend che le daranno una ventata di freschezza.

Colori arredo scuri ed eleganti

Partiamo dal colore, vero protagonista del Salone del Mobile 2019. Dopo un paio d’anni di dominio assoluto, lo stile scandinavo sembra lasciare spazio a nuove tendenze, che si affacciano protagoniste nella capitale del design.

È un arrivederci al beige e ai colori pastello, per dare il benvenuto ai colori scuri, abbinati a tonalità più calde, come giallo senape e marrone. Ma il 2020 sarà anche l’anno in cui il colore darà sfogo alla sua eccentricità. Diverse tonalità di rosso, verde e blu scalderanno gli ambienti con la loro eleganza, grazie a texture ben mixate e ricercate.

Il bagno manterrà i suoi toni pacati, con il bianco, il grigio e il beige, protagonisti del relax. Mentre la cucina mostrerà la sua polivalenza vestendosi di un nero chic ed elegante.

Dunque, se stai pensando di rinnovare l’arredo casa, potresti stupirti di come il nero possa creare un contrasto ammaliante, abbinato a metalli e materiali naturali.

Metalli da mettere ovunque

Declinati in sfumature più o meno intense, i colori riabbracciano i metalli come bronzo, acciaio, oro e argento. Anche se i materiali naturali non possono mai mancare, i metalli saranno i protagonisti delle nuove tendenze arredamento della casa nel 2020. La loro presenza esalterà lo stile industriale e tenderà la mano alla sostenibilità ambientale, proponendo oggetti di recupero.

Lampade, specchi, gambe di tavoli e sedie con inserti di metallo creano un effetto uniforme, che avvolti nei colori caldi, trasmettono tranquillità e quiete in qualsiasi momento della giornata.

La sostenibilità non è mai stata così di moda

La vera tendenza nell’arredo del 2020 si chiama: sostenibilità. I movimenti ambientalisti sembrano aver riaccesa sensibilità e consapevolezza verso un design d’interni votato al riciclo e recupero dei materiali.

Questo forte sentimento ambientalista sta portando i designers a ripensare l’intero ciclo di vita dei prodotti, proponendo soluzioni che mirano al riuso degli oggetti. Ecco che la scelta di arredi e tessuti 100% riciclabili e il richiamo a una progettazione di qualità orientata all’ambiente sono i fari guida per le nuove tendenze nell’arredamento.

La natura sarà la protagonista della tua casa e accenderà i colori delle cromie più scure. Disegni e decorazioni, che richiamano gli ampi spazi incontaminati delle foreste, quadri che riproducono antiche e famose opere. Oppure, superfici che prendono vita con l’utilizzo di carta da parati dall’effetto materico e 3D.

Nuove tendenze arredamento 2020: originali e potenti

La casa del 2020 è un’ambiente moderno dalle linee decise e stile retrò. Un luogo confortevole in cui puoi lavorare, rilassarti e condividere emozioni.

Negli ultimi anni il modo di vivere la casa è cambiato. È l’epoca dello smart working, in cui tutto deve essere pensato in maniera funzionale, dai colori alle forme, dai tessuti ai profumi. Il tuo appartamento non è più solo un semplice posto in cui dormire, è la tua area felice in cui puoi leggere, rilassarti e se necessario anche lavorare.

Se vuoi rinnovare il tuo arredamento, senza stravolgere la casa, ti consigliamo di scegliere una delle tendenze arredamento soggiorno presentate durante il salone del mobile: le librerie.

Proprio come negli anni ’60, la libreria sta rivivendo il suo periodo d’oro. Un elemento d’arredo iconico e senza tempo, da usare anche, e soprattutto, come divisorio tra due stanze. Alte fino al soffitto e grandi quanto un muro, sono perfette per dare alla tua casa uno stile chic e contemporaneo.

E per quanto riguarda i tessuti invece? Non c’è dubbio, il tuo nuovo divano in velluto sarà un mix perfetto tra lusso e morbidezza, non vedrai l’ora di tornare a casa per sdraiarti e rilassarti.

Per completare il soggiorno poi non resta che affidarti a un altro elemento di grande tendenza nel 2020, le lampade a sospensione. Un chiaro richiamo agli anni 60’, le lampade da prediligere sono quelle dalle forme essenziali, ma con un forte richiamo ai tempi passati.

Ecco, queste sono le tendenze che ispirano le case del 2020. Ora, tocca a te scegliere quelle che meglio si adattano al tuo stile personale.

Nuove tendenze arredamento: crea il tuo stile

Arredare casa significa elaborare un progetto studiato nei minimi dettagli, dove tendenze e proposte di design devono incontrare sempre il tuo gusto personale.

Scegliere uno stile d’arredamento non è mai facile: stile industriale o classico? E se ti piacciono elementi dell’uno e dell’altro, come li combini insieme senza trasformare la tua casa in uno show televisivo?

Seguire l’istinto e arredare la casa in base alla tua personalità e stile di vita è la chiave di lettura ideale, ma per farlo con accuratezza è meglio affidarsi a un professionista. Scaligera Arredamenti ti offre l’esperienza e la dinamicità di chi lavora con passione nel design d’interni da molti anni. Consulenza e progettazione personalizzata ti permettono di immaginare la casa che verrà nello spazio in cui ami vivere.

Contattaci senza impegno e inizia a proiettarti nella casa del futuro, dove l’essenza del design s’intreccia con la tua personalità, per ricreare un ambiente unico.

Stile rustico industriale: arredare casa con personalità

Dalla fusione tra le ruvide superfici industriali e il calore avvolgente del legno è nato un design ricco di contrasti e stimoli affascinanti: lo stile rustico industriale.

Definito “rustrial”, è un approccio all’arredo d’interni, che esprime la creativa di chi ama gli opposti e vuole integrare funzionalità e comfort nella propria casa. L’industrial design, spartano e funzionale, che tanto ricorda i loft newyorkesi nel cuore di Brooklyn, abbraccia le essenze tradizionali del legno, per arredare con personalità.

Elementi d’arredo, tessuti, colori e materiali, che richiamano le atmosfere metropolitane, incontrano il calore e il piacere della natura. Scopri come arredare la tua casa in stile rustico industriale con pochi e pratici accorgimenti.

Stile rustico industriale: il futuro è rustrial?

Scegliere lo stile dell’arredamento casa è una decisione ardua. Tuttavia, il design è sempre più malleabile. Sei tu, con la tua creatività, a deciderne le regole. Proprio come i designer hanno rivitalizzato i magazzini dismessi, riconvertendoli in abitazioni, la tua casa può essere rinnovata, mixando gli elementi industriali a quelli rustici.

Per arredare casa in questo modo, la prima cosa che devi fare è un viaggio sensoriale, per individuare gli elementi caratteristici dei due stili.

Dunque, immagina un ambiente in stile rustico: una vecchia cascina di campagna, con travi a vista, tavoli da pranzo in legno massiccio e sedie con sedute in paglia. Ora, invece, immagina lo stile industriale: abitazioni con soffitti altissimi e tubature a vista dai colori elettrici. Superfici ruvide color ruggine segnate dal tempo, con finiture cromate e antracite, in contrasto tra loro.

Sembra davvero difficile riuscire a far convivere l’essenzialità di uno stile grezzo, come quello industriale, con il calore e la cura delle vecchie cascine di campagna, vero?

Eppure, questi due poli, all’apparenza opposti, possono creare un ambiente caldo e accogliente, ma anche funzionale e contemporaneo. Se vuoi dare alla tua casa uno stile rustico industriale, devi saper dosare gli elementi, e abbinare materiali e colori.

Però, creatività e buon gusto hanno bisogno di alcune linee guida, per ricreare un ambiente armonioso in cui sentirti a tuo agio. Dunque, vediamo quali sono gli elementi che proprio non possono mancare nella tua casa in stile rustrial.

Stile rustico industriale: per chi non vuole nascondersi

Decidere di arredare la tua casa in stile rustico industriale vuol dire scegliere di esporti in tutto e per tutto, con la tua personalità e le tue scelte.

Parti dallo stile industriale e crea la base giusta: ambienti aperti e spaziosi, mattoni a vista, pareti grezze e inserti in metallo. Poi scalda l’atmosfera con librerie e mobili in legno dal cuore vintage. È proprio l’unione tra metallo e legno, che ti permette di ricreare una casa accogliente in perfetto stile rustrial.

Poiché sei tu a fare le regole, potresti giocare con i colori pastello. Tonalità chiare, che dalle piccole abitazioni scandinave sono giunte fino a noi diventando una vera tendenza, capace di donare calma e luminosità all’intero ambiente. Rievoca l’essenza della natura e crea degli angoli verdi, con fiori, piante grasse o bonsai. Scegli le tue piante preferite, lasciati ispirare dai colori di stagione e portali nella tua abitazione.

Il rustrial è uno splendido stile ibrido. Ti permette di giocare con vecchi oggetti in stile industriale e materiali di origine naturale, per esprime la tua filosofia di vita, nel pieno rispetto delle risorse del pianeta.

Sei indeciso e non sai quale sia il tuo stile d’arredamento ideale? Togliti ogni dubbio: Stile arredamento casa – scopri quello perfetto per te.

Riciclo dei materiali: scegli i mobili giusti

Il recupero di materiali industriali tipici dei loft newyorchesi, si fonde con il tradizionale calore delle abitazioni all’italiana dando vita a un ambiente caldo e accogliente.

Oggi, più che mai, è di vitale importanza la corretta gestione delle risorse naturali. Utilizzare materiali scartati dall’industria come ferro, metallo, cemento e legno è il modo migliore per dargli una seconda giovinezza.

Un’ottima idea per creare l’atmosfera rustica è quella di scegliere, in base al tuo budget, oggetti d’arredamento vintage. I mobili in stile industriale come letti futon o librerie altissime saranno perfette combinate a poltrone anni ‘70 e sedie in vimini.

Il tutto può essere completato da pareti in mattoni, meglio se grezzi, affiancate da pareti tinteggiate di bianco o grigio, in modo da sottolineare la perfetta sintonia tra rustico e industriale.

Esprimi la tua personalità con lo stile rustico industriale

Un ambiente open space è l’habitat naturale dello stile rustico industriale, ancora meglio se derivante dalla riqualificazione di fabbriche o ambienti commerciali.

Tuttavia, nel design non esistono dictat, sentiti libero di scegliere questo stile a prescindere dal tipo di abitazione in cui vivi, l’importante è arredarlo con equilibrio. Se ti affascina lo stile retrò, ma non vuoi rinunciare all’innovazione, lo stile rustico industriale è la soluzione perfetta per creare meravigliosi e originali progetti di interior design.

Combinare più stili ti permette di creare un ambiente tutto tuo, con personalità e carattere. Parola d’ordine creare con equilibrio. Abbina legno e metalli, accosta sedie in vimini e poltrone in pelle e crea un’atmosfera accogliente e dinamica.

Se non sai da dove iniziare noi possiamo aiutarti. I nostri esperti interior designer sapranno ascoltare tutte le tue richieste e proporti la soluzione per valorizzare al meglio il tuo ambiente. Contattaci senza impegno e dai uno stile personale alla tua casa.

Arredare case piccole: 7 idee salvaspazio

Arredare case piccole significa sfruttare ogni angolo del tuo appartamento, con buon gusto e creatività.

Vivere in piccoli spazi, come quelli che può offrire un monolocale, con una cucina piccolissima, può farti provare un senso di oppressione, ma non deve essere così per forza.

Puoi arredare una casa piccola e trasformarla in un ambiente accogliente. Un po’ di estrosa inventiva o un arredo di design contemporaneo, con le sue linee semplici e funzionali, possono aiutarti a sfruttare tutte le potenzialità degli spazi a disposizione.

Sei curioso di scoprire come sia possibile? Prendi carta e penna e segnati queste 7 idee salvaspazio. Vedrai che saranno perfette, per regalare alla tua piccola casa un carattere unico e personale.

7 idee salvaspazio per arredare case piccole

Hai deciso che una piccola casa è la soluzione ideale per il tuo stile di vita? Oppure, stai facendo di necessità virtù? In ogni caso, negli arredamenti per piccoli spazi trovi sempre tutto l’indispensabile a portata di mano e ogni cosa in ordine, al suo posto. Questo è un grande vantaggio.

Però, arredare un monolocale non è facile. Devi allertare le tue abilità e puntare su complementi d’arredo multifunzionali e intelligenti. Sfrutta queste 7 idee salvaspazio e ti innamorerai del tuo piccolo-grande appartamento.

#1 Abbatti le barriere, crea uno spazio open space

Quando devi arredare case piccole la regola numero 1 è giocare d’astuzia. Un piccolo appartamento può sembrare molto più spazioso, se arredato con la giusta strategia. Dunque, se puoi, abbatti le pareti inutili e crea uno spazio laddove non lo ha visto neppure chi ha progettato l’appartamento.

In uno spazio open space puoi giocare con gli arredi,e la scelta dei mobili giusti è di vitale importanza, nulla va lasciato al caso. Infatti, gli arredi fungono da divisorio e ti consentono di ricavare ambienti diversi, separando le zone della tua piccola casa. Per esempio, la zona notte dalla zona giorno.

Immagina, con una semplice e stilosa libreria salvaspazio, potresti creare due ambienti separati in maniera elegante e funzionale.

#2 Parola d’ordine: opta per il decluttering

Il decluttering è un vero stile di vita all’insegna dell’ordine in casa. Tutti hanno bisogno di spazio, anche i più fortunati, che vivono in case grandi e spaziose. Una ragione in più, per acquisire uno stile di vita funzionale, dove la capacità di organizzare gli spazi può condizionare il tuo umore.

Alzi la mano chi non ha un armadio stracolmo di vestiti che non indossa mai. Praticamente, tutti noi. Ecco che la filosofia del decluttering applicata a una casa piccola può aiutarti a ricavare spazi utili e farti stare meglio.

Un ambiente piccolo non può essere sommerso da oggetti inutili e sappiamo bene che la necessità aguzza l’ingegno. Fai una cernita di arredi e suppellettili che non ti servono, liberatene e, dove possibile, sostituiscili con mobili più funzionali. Vedrai che il tuo monolocale sarà più ordinato e spazioso.

#3 Scegli una palette di colori chiari

I colori pastello sono un must per arredare un monolocale. Avorio, rosa, verde acqua e celeste sono le tonalità cromatiche in grado di rendere accoglienti anche gli spazi ridotti.

Se poi vuoi dare un po’ di carattere alla tua casa, scegli dei quadri astratti o un ampio tappeto. Sapranno dare il giusto contrasto cromatico e la personalità che cerchi.

Qualche idea? In questo articolo puoi trovare alcuni ottimi suggerimenti per cogliere l’impronta dell’arredo in stile nordico: Come arredare la tua casa in stile nordico.

#4 Crea profondità con gli specchi

Nell’arredare case piccole, creare l’illusione di profondità è fondamentale. Ottenerla è semplice. Basta installare uno o più specchi nei punti giusti, per creare un favoloso effetto ottico.

Infatti, oltre a essere utili, gli specchi trasmettono una sensazione di ampiezza che dilata gli spazi e dà alla casa quell’atmosfera calda e familiare che hai sempre desiderato.

#5 Cura l’illuminazione

La luce naturale è fondamentale in casa. I più fortunati dispongono di ampie vetrate che lasciano via libera ai raggi solari e rendono lo spazio più ampio e arioso.

Però, se non fai parte di questi pochi eletti, puoi scegliere di istallare le lampade a sospensione. L’illuminazione artificiale offre incredibili soluzioni, che non hanno nulla da invidiare alle enormi vetrate dei tuoi vicini.

La scelta delle lampade giuste donerà alla tua casa più luce e comfort, senza mai rinunciare allo spazio.

#6 Scegli: letto a soppalco o divano-letto?

L’enigma che attanaglia ogni proprietario di un monolocale è la scelta della zona notte. Il divano-letto è la soluzione più semplice. Puoi farlo scomparire con poche e semplici mosse, ma non è l’unica opzione a tua disposizione.

Ad esempio, se disponi di soffitti alti, puoi arredare la tua stanza in stile loft americano, il letto a soppalco in legno è un’ottima soluzione. In questo modo, potrai dividere l’ambiente in altezza e aumentare la superficie dell’intera abitazione. Una buona idea salvaspazio e di ottimo gusto.

#7 Usa i materiali giusti per arredare case piccole

Per creare l’illusione di un ampio spazio non devi rinunciare alla qualità degli arredi. Scegli materiali naturali e chiari, come il legno d’abete o di betulla, e opta per soluzioni in stile contemporaneo, con forme geometriche nette e semplici.

Anche i tessuti contribuiscono a fare la differenza e a dare “respiro” all’arredamento per piccoli spazi. Pensa al divano e ai cuscini, ma non solo. Le tende saranno le vere protagoniste.

Puoi usare tende a vetro, pratiche e poco ingombrati. Oppure, optare per lunghe tende leggere, che dal soffitto scendono a cascata sul pavimento. Un tocco d’eleganza, che non appesantisce gli spazi a disposizione. Piccoli dettagli, che permettono di arredare case piccole senza rinunciare a quello che desideri.

Sfruttare ogni centimetro della casa non è affatto banale. Tuttavia, come hai visto, puoi riuscire ad arredare qualsiasi spazio, anche il più piccolo.

Arredare case piccole con grande personalità

Ora, sai che un piccolo appartamento può davvero trasformarsi nella casa che hai sempre desiderato. Sfrutta i nostri consigli, attingi al tuo stile e libera la fantasia, per creare spazio laddove ti sembra impossibile.

Ogni ambiente presenta caratteristiche diverse e ognuno di noi ha esigenze personali. Dunque, non esiste una soluzione giusta o sbagliata. La tua casa deve innanzitutto essere funzionale e rispecchiare la tua personalità.

Se vuoi liberarti dal senso di oppressione del tuo monolocale, contattaci e chiedi una consulenza gratuita. Arredare case piccole e grandi è la nostra passione e possiamo consigliarti le soluzioni giuste, per trasformare in realtà la tua idea di casa perfetta.

Stile arredamento casa: scopri quello perfetto per te

Le stanze vuote. Le pareti ancora bianche. È lo scenario ideale per liberare la creatività e ridisegnare gli spazi con uno stile arredamento casa che esprima la tua personalità. Però, non è sempre possibile.

Potresti ritrovarti nella situazione in cui, guardandoti intorno, non ti riconosci negli elementi d’arredo scelti nel tempo. La tua casa è in una grave crisi di identità e non sai più qual è il tuo stile. Cosa fare?

Ricorri ai consigli di amici e famigliari. Inizi a sfogliare pagine web e di giornale. Due, tre o quattro ore di seguito. Pensavi di avere le idee chiare. Invece, no. Ricreare l’atmosfera in cui sentirsi a proprio agio può essere schiacciante.

Le fonti e i consigli sono utili per accendere l’ispirazione, ma l’arredamento casa è una scelta personale. Troppe idee e opzioni ti paralizzano e non sai da dove cominciare. Abbiamo deciso di aiutarti.

Sia che tu debba arredare da zero o rivoluzionare un ambiente che non ti soddisfa più, ecco una piccola guida per scegliere l’arredamento di casa adatto a te.

Stile arredamento casa: qual è il tuo?

Per vivere la casa al meglio, l’arredamento deve essere pensato e progettato su di te. Deve rispettare i tuoi gusti e adattarsi al tuo stile di vita.

Il problema è che, con così tante idee di design disponibili, è davvero difficile decidere tra i vari stili di arredamento. Ecco che allora scatta il dubbio amletico: come posso arredare la mia casa e ricreare un’atmosfera in cui sentirmi a mio agio?

Conosciamo bene questa sensazione. Dunque, prima che si trasformi in stress, meglio evitare di affidarsi al caso. Iniziamo con una breve carrellata dei vari stili di arredamento case. Scopri in quale ti riconosci di più.

Arredamento in stile industriale

Immagina di dormire in una vecchia officina adibita a loft. Letto a soppalco e pareti con mattoni a vista, è il tuo habitat naturale? Allora, quello industriale è lo stile arredamento casa che fa per te.

Nella progettazione di un arredamento industriale la filosofia del recupero è la linea guida di base. È uno stile eclettico, ispiratore, mai banale. Predilige l’uso di mobili funzionali, grezzi, con superfici ruvide e finiture cromate, in contrasto con sfumature antracite. Ferro e legno si miscelano con naturalezza, mentre spiccano opere d’arte astratte con colori vivaci.

Arredamento in stile Boho chic

Se vuoi una casa accogliente e colorata, e non hai paura di osare, questo è il tuo stile. Dagli artisti maledetti dell’epoca bohémien fino alle passerelle milanesi, lo stile boho chic ha conquistato tutti, fino a invadere la nostra vita quotidiana.

Stampe anni ‘70, coperte patchwork e sedie in vimini, ti consentono di creare un’atmosfera eclettica, con colori saturi e trame che si intrecciano con la vegetazione domestica. Parola d’ordine: libertà.

L’arredamento in stile boho chic mostra accenti marocchini e ispira il desiderio di esplorare terre lontane. Avvolto da un’illuminazione soffusa, gli elementi d’arredo si legano in uno spazio privo di regole dove ad emergere è la tua personalità.

Arredamento in stile contemporaneo

Perfetto per chi ama l’ordine e vuole essere circondato solo dall’indispensabile. Lo stile contemporaneo non è troppo avvolgente, né caldo, ma neppure così minimalista. Ciò che devi fare, è scegliere pochi arredi, che donino alla tua abitazione personalità ed eleganza, senza riempirla di inutili oggetti.

Lo stile contemporaneo è votato al concetto del “qui e ora”: essenziale e funzionale. Mobili dalle linee pulite in una tavola di colori semplici e freschi, dettati dall’uso di materiali come metallo, legno e vetro.

Arredamento in stile scandinavo

La regola più importante dello stile scandinavo è sfruttare la luce naturale. Clima rigido e giornate buie hanno permesso agli svedesi di sviluppare delle strategie di arredamento uniche, che donano un’atmosfera calda e accogliente.

I toni pastello, la prevalenza del bianco e le ampie vetrate, illuminano in modo naturale e sono diventati dei veri e propri must dell’arredamento scandinavo. Gli elementi che caratterizzano questo design danno vita a un ambiente che ispira ordine, armonia e benessere.

Se lo stile scandinavo ti affascina e ti ispira, scoprilo in ogni dettaglio in questo articolo: Come arredare la tua casa in stile nordico.

Questi sono solo alcuni degli stili di arredamento più diffusi negli ultimi anni. Tuttavia, potresti avere ancora dei dubbi su quale focalizzati. Ecco alcuni consigli che possono aiutarti a capire qual è l’arredamento che meglio si adatta alla tua quotidianità.

4 aspetti da valutare per scegliere il tuo stile arredamento casa

Hai troppe idee in testa e non sai da dove iniziare? Le principali caratteristiche dei vari stili di arredamento, possono orientare la tua scelta, ma ci sono alcune considerazioni, che ti aiuteranno a prendere una decisione.

Per trovare il tuo stile, ci concentreremo sulla sensazione che vuoi ricreare nella tua casa e sulle funzionalità necessarie, per semplificare la vita quotidiana.

Un modo pratico e veloce, per facilitare l’uscita da questo labirinto fatto di cucine a penisola, divani di design e lampade vintage. Le scelte che farai devono farti stare bene e riflettere la tua personalità.

Siamo pronti? Allora, siediti e analizza questi 4 aspetti.

#1 Valuta le potenzialità della tua casa

Per prima cosa considera gli spazi interni a tua disposizione. Se è vero che esistono molteplici soluzioni d’arredo, capaci di adattarsi ai diversi contesti, partire dagli spazi e dalle geometrie delle stanze può aiutarti a scartare delle opzioni. Concentrati sugli arredi, che ora ti circondano:

  • Come ti sembra la stanza in cui ti trovi?
  • Ci sono mobili o accessori che adori e di cui non vorresti privarti?
  • C’è un colore che attira la tua attenzione e risveglia sensazioni positive?

Devi entrare nel dettaglio, perché l’effetto d’insieme non ti offre ancore a cui aggrapparti. Hai mille opzioni e, quando è così, non hai punti di partenza. La stessa sensazione potresti provarla se la stanza è vuota. Dunque, immagina, a uno a uno, gli elementi che vorresti inserire.

Scrivi o disegna tutto su un foglio. Ti aiuterà a fare ordine e a scoprire cos’è che realmente ti farà stare bene nell’ambiente che vuoi ricreare.

#2 Che clima vuoi creare?

La tua idea di casa è più un ambiente caldo e accogliente o semplice e ordinato? Rispondi sinceramente a questa domanda e potrai orientarti subito su uno stile minimale invece di uno più eclettico e ricercato.

I vari stili d’arredamento, come hai visto, hanno delle peculiarità, che li distinguono dagli altri. Cromie, materiali e complementi d’arredo disegnano una stanza più armoniosa e “piena”, oppure un ambiente più essenziale e pratico. Anche l’illuminazione gioca un ruolo importante. Preferisci una ambiente con luci soffuse o vuoi sfruttare ogni dettaglio per illuminare la stanza?

#3 Analizza le tue esigenze

Quali sono le tue abitudini quotidiane? Facciamo un esempio semplice e pratico: una coppia in carriera, che passa la maggior parte della giornata in ufficio, è probabile che non abbia gli stessi bisogni di una famiglia con 2 bambini. Giusto?

Nel primo caso, una piccola cucina con penisola è più che sufficiente. Invece, nel secondo caso, è indispensabile un tavolo più ampio, da posizionare nella sala da pranzo. Arredamento diverso, per esigenze diverse.

Pensa alla tua quotidianità e rifletti sulle tue abitudini e necessità. È un modo efficace per eliminare opzioni e ricreare un arredo d’interni accogliente e funzionale.

#4 Unisci vari stili di arredamento casa

Ti piacciono stili diversi e non sai quale scegliere? A meno che, tu non debba partecipare a un fantomatico concorso, ideato per decidere la casa più bella del reame, l’ambiente in cui vivi deve essere personale e intimo. Sei tu a decidere cosa ti piace o no.

Trai ispirazione da stili diversi, unisci elementi minimal con oggetti stravaganti e imprimi il tuo stile all’arredamento casa. Benessere e funzionalità, sono due linee guida che ti aiuteranno a fare chiarezza nella scelta dello stile giusto.

Il tuo stile arredamento casa: sei tu nel tuo regno

Accantona i consigli degli amici. Chiudi le riviste. È vero, quelle foto d’interni sono meravigliose, davvero perfette. Cogli l’ispirazione necessaria, ma non lasciarti sedurre.

Metteresti quei quadri nel tuo salotto? E quel divano? Sei sicura che l’effetto ammaliante di una libreria in stile industriale avrebbe lo stesso impatto negli spazi disponibili a casa tua?

Dedica un momento all’immagine della casa in cui ti senti a tuo agio. Di cosa hai bisogno per renderla funzionale alle tue abitudini quotidiane? Quali sono gli elementi dei vari stili d’arredamento, che hanno risvegliato in te la sensazione di “sentirsi a casa”?

Libera la mente e progetta uno stile arredamento casa che sappia conquistarti.

Se hai dei dubbi, se non sai come tradurre la tua idea in un progetto reale, affidati a chi lo fa da anni con successo. Contattaci per una consulenza, senza impegno.

Possiamo accompagnarti nella scelta degli elementi d’arredo casa funzionali alle tue esigenze. Soluzioni perfette, per ricreare lo stile di un ambiente domestico dove adorerai vivere e far crescere la tua famiglia.

Come arredare la tua casa in stile nordico

Arredare la casa in stile nordico è una scelta di design che esprime un desiderio di essenzialità, senza rinunciare all’accoglienza armoniosa delle forme. Il minimalismo scandinavo ti guida nella scelta di straordinari mobili moderni e tavolozze di colori che accentuano le calde sensazioni di un ambiente confortevole.

La semplicità delle linee gioca con la luce naturale, per creare un’atmosfera intima e conviviale. Sentirsi a proprio agio, nell’intimità della propria casa, è questa la sensazione che lo stile nordico può farti provare.

Se c’è una cosa di cui non ne avremo mai abbastanza è quella combinazione di toni monocromatici e la stratificazione minimale e satura di luce che rende lo stile nordico così sobrio e raffinato.

Potrebbe sembrare che non ci sia molto altro da dire, ma se ti tuffi sotto la superfice e inizi a immaginare l’arredo della tua casa, allora vedrai che sono i piccoli dettagli ad avere un grande impatto. Andiamo a scoprirli insieme.

Che cos’è lo stile nordico

Accogliente e ricercato, lo stile nordico ha rivoluzionato il mondo del design moderno a partire dagli anni ’50. Tuttavia, era parte della cultura scandinava ben prima che diventasse una tendenza nell’arredo casa.

Quando pensi ai paesi del nord Europa l’unica cosa che ti viene in mente cos’è? Freddo e neve.

È proprio così. I paesi nordici hanno un clima rigido e i lunghi inverni freddi alimentano il desiderio di ambienti domestici caldi e confortevoli. Il legame e il rispetto degli scandinavi per la natura è fortissimo e si riflette nei materiali usati per gli arredi e nella scelta di colori chiari e avvolgenti.

Hai presente quelle case luminosissime, con il pavimento in legno, le pareti con mattoni a vista e i libri appoggiati a terra come se fossero lì per caso? Ecco, quella è una tipica casa scandinava, dove nulla però è casuale. Il mantra che potrai trovare in ogni abitazione in stile nordico è la presenza del colore bianco, poiché dona un’immediata sensazione di calore e purezza.

Il total white unito a un pavimento in legno e texture diverse, come pelli di pecora, mohair e cotone morbido creano un naturale senso di armonia. Linee pulite e un pizzico d’arte contemporanea: sembra così semplice. Eppure, unisci il tutto e avrai una combinazione potente.

Dunque, come ricreare un interior design scandinavo a casa tua? Ecco alcuni dei migliori consigli per arredare una casa accogliente e in stile nordico.

Illumina i tuoi spazi

Finestre ampie che accolgono la luce a qualsiasi ora del giorno sono un sogno per molti.

Tuttavia, se non fosse possibile, pareti, soffitti e pavimenti bianchi avranno comunque un effetto luminoso e stranamente calmante. La tua casa sembrerà più grande e potrai cambiare l’arredamento quando vorrai, poiché non dovrai preoccuparti di coordinare i nuovi mobili con le pareti. Ogni situazione ha i suoi vantaggi, sii creativo e resta semplice, il tuo design sarà splendido.

Per quanto riguarda la scelta dell’illuminazione artificiale potresti considerare delle lampade dal design industriale come applique e lampade ad arco. Candele e candelabri, invece, possono essere elementi d’arredo che donano all’ambiente un’atmosfera calda, accogliente e talvolta romantica.

Colori chiari che illuminano senza forzare

Scegli una palette di colori e sentiti libero di scatenarti. Il trucco è tenerli all’interno della stessa famiglia di tonalità.

Le gradazioni calde del legno e le sfumature color seppia sono diventate molto popolari nel design di interni scandinavo, perché permettono di rendere una stanza soleggiata e luminosa senza usare colori troppo accesi.  

Negli ultimi anni sono entrati a far parte della palette nordica anche i colori pastello. Di gran moda il rosa polveroso e il verde acqua. Puoi combinarle con le gradazioni neutre del bianco, del grigio o del nero, per creare un’atmosfera pulita e rilassante.

Se hai deciso di arredare la tua casa con un design essenziale, questo articolo è perfetto per te: 4 idee per un soggiorno in stile minimal.

Texture in legno: impatto reale

Gli Scandinavi sono fortemente legati alla natura e la rispettano in ogni loro scelta, a partire dall’ambiente domestico. Il loro spirito green si manifesta nei pavimenti, rigorosamente in legno duro. Puoi sceglierlo nel suo colore naturale, oppure verniciato di bianco, per una luminosità più intensa.

Utilizzare una texture in legno, infatti, ti permette non solo di creare una casa in perfetta sintonia con un ambiente naturale, ma anche di ampliare gli spazi e illuminare le stanze.

Se hai una base bianca, prova ad abbinare colori come il beige o il tortora. Lascia che siano le tonalità della natura a ispirarti. Alla fine, i colori di Madre Natura sono sempre quelli che meglio si fondono per armonizzare l’ambiente.

Piante e fiori: porta la natura in casa

Se vuoi dare un look scandinavo alla tua casa, allora non dimenticare il verde. Gli elementi naturali come piante e fiori rappresentano l’incontro tra la vita e la natura e rendono ogni stanza più accogliente: non dovrebbero mai mancare.

Purtroppo, però, gestire piante e fiori freschi nella frenesia della vita quotidiana, non è fatto facile. Ma non demoralizzarti.

Puoi sempre orientare la tua scelta verso composizioni di fiori secchi. Vedrai che sapranno donare un’atmosfera bucolica che risveglia lo sconfinato spazio immaginario delle campagne. E non dovrai neppure annaffiarli.

Stile nordico: design essenziale

Sbarazzati delle cose che non usi o di cui non hai bisogno ed evita di acquistare mobili troppo ingombranti, scelti solo per accontentare l’istinto di riempire. Rimarrai stupito di come l’abbondanza di spazio abbia un impatto positivo sul tuo umore.  

Ottenere il giusto equilibrio in ogni stanza potrebbe richiedere un po’ di risistemazione, ma un design ordinato ed essenziale, tipico dello stile nordico, è un risultato zen che non potrai più ignorare.

Less is more: questa è la chiave del design scandinavo.

Segui questi consigli pratici e disegna uno spazio accogliente in cui abbracciare la semplicità e la funzionalità di uno stile capace di far emergere emozioni positive. Vivi l’armonia di una casa confortevole e condividila con la tua famiglia e i tuoi amici.

Stile nordico: linearità ed essenzialità

Quando cerchi nuovi mobili per arredare la tua casa in stile nordico, investi in pezzi che ami davvero. Assicurati di scegliere materiali che durano nel tempo e di cui non ti stancherai.

Se lo desideri, porta con te pezzi d’arredo e oggetti che hanno già una vita passata, fai riemergere i ricordi positivi nella tua quotidianità e dona un tocco affascinante al tuo ambiente. L’arredo in stile nordico trasuda semplicità. E la semplicità è bella, soprattutto quando si parla di design d’interni.

Linee morbide ed essenziali e il rigore delle forme geometriche. Scegliere lo stile nordico vuol dire abbracciare una filosofia di vita, quella che i danesi definisco hygge life. Ovvero, l’intima e soffice sfumatura del piacere di stare con gli altri in un ambiente accogliente e funzionale.  

I nostri esperti di interior home design sanno quanto sia importante progettare un arredo che rispecchi perfettamente la tua personalità e sappia accogliere ogni sfumatura della quotidianità.

Contattaci oggi stesso, senza alcun impegno. Lasciati ispirare dalla semplice essenza dello stile nordico, per disegnare un ambiente capace di valorizzare le tue scelte.

Scale di design: soluzioni moderne per la tua casa

È arrivato il momento di dire addio alle vecchie idee e dare il benvenuto a un nuovo concetto di scala. Le scale di design oggi abbandonano la loro vecchia funzione di elemento strutturale per diventare parte integrante dell’arredamento e dello stile della casa.

Così grandi e necessarie, le scale sono state a lungo un elemento a cui rassegnarsi, senza troppe pretese. Ma è con l’arrivo delle scale moderne che questo stesso concetto si è ribaltato: da elemento imposto e ingombrate a vero protagonista dello spazio.

Se anche a te piacerebbe capire come rendere la scala un elemento distintivo per la tua casa, ecco qui i nostri consigli da esperti del settore. Ti guideremo attraverso le molteplici possibilità offerte dalle scale moderne, con un occhio di riguardo per il loro design e il loro carattere distintivo.

Come scegliere tra le scale di design

Come anticipato, le scale moderne non sono più solo un elemento funzionale, ma un vero e proprio oggetto di design e di stile per la casa. Ecco che una presenza tanto forte e pervasiva si trasforma in un must have anche per l’impatto estetico, dove gli spazi non sono più sacrificati a causa delle scale, ma ripensati per includere nella loro armonia un elemento oggi così flessibile.

All’insegna dell’unione tra funzionalità e bellezza, quindi, inizia il gioco di forme, materiali e fantasia. Curve, spazi vuoti, geometrie, commistioni di materia sono la regola per infinite possibilità di design che non dimenticano l’importanza strutturale.

Ciò che contraddistingue scale di design di alto livello, infatti, è proprio la loro realizzazione, in cui nulla è lasciato al caso in favore dell’estetica. Un progetto di larghe vedute e un’installazione magistrale sono la base di partenza necessaria per scegliere la giusta scala di design.

Per quanto riguarda invece l’estetica, affidati a questo consiglio: scegli l’armonia, per una scala che dialoghi in modo completo con il design e gli interni della tua casa.

Scale di design: 8 categorie per scegliere il tuo stile

Scegliere scale moderne non è un compito semplice. A venire in aiuto sono però le caratteristiche ricorrenti, che permettono di individuare diverse categorie di scale tra cui destreggiarsi. Ognuna diversa, con un’anima e un carattere distintivo, ma anche con un preciso ruolo all’interno degli spazi.

1. Scale autoportanti

Senz’altro una delle tipologie di scale più affascinanti e raffinate. Pensate per definire spazi molto minimalisti, possono diventare una boccata d’aria fresca anche per ambienti più estrosi, perché l’assenza del corrimano e gli spazi tra gli scalini permettono di non sovraccaricare l’ambiente.

Questo genere di scala richiede però un approfondito studio statico e l’individuazione di una parete adatta a supportare l’intera struttura.

2. Scale a sbalzo

Una variante interessante alle scale autoportanti. L’effetto può apparire molto simile, ma la realizzazione è senz’altro più semplice. Le scale a sbalzo mantengono il vuoto tra uno scalino e l’altro, ma invece di essere sostenute dalla parete, si appoggiano impercettibilmente alla struttura della ringhiera.

Basterà quindi scegliere una ringhiera in vetro o in sottile alluminio per ottenere un risultato di sicuro effetto. Particolarmente consigliato per spazi moderni e ambienti che richiedono molta luminosità.

3. Scale in vetro

Una soluzione perfetta per ambienti ristretti, che hanno bisogno di un ampio respiro. Le scale della tradizione avrebbero sacrificato questi spazi, oggi invece le scale in vetro permettono di creare una delicata illusione. Come fosse una magia, gli scalini, supportati da una ringhiera in acciaio o altro metallo a scelta, diventano un passaggio segreto al piano superiore.

È un’ottima idea anche per piccole scalinate di collegamento al soppalco: leggera e quasi impercettibile, non distrae la vista e amplia gli spazi.

4. Scale composite

Un’alternativa eclettica, indicata per spazi moderni e dal carattere forte. La combinazione tra materiali, infatti, permette di esprimere uno stile articolato e vivace, in grado di raccontare l’ambiente in modo completo, rotondo.

Per un risultato di design, però, non va mai dimenticato l’equilibrio: solamente il giusto rapporto tra materiali permette il corretto dialogo tra spazio e armonia delle forme.

5. Scale multiuso

Una categoria di scale che rende possibile l’incontro tra funzionalità e design. Soprattutto nelle case più piccole, con spazi ridotti, le scale multiuso con aperture per la disposizione di soprammobili, libri o cassetti diventa un utile strumento per la vita in casa.

Il design, fondamentale, viene in aiuto proprio nella fase di progettazione, per rendere anche queste scale (principalmente funzionali) un magistrale oggetto di stile per l’ambiente.

6. Scale in metallo

Una creazione che dà armonia agli interni, soprattutto negli spazi più moderni. Il design dalle linee sottili e taglienti può assumere un carattere ancora più sprezzante se abbinato ad alzate in legno, oppure in combinazione con metalli di diversa natura.

Una soluzione da non sottovalutare mai, che sa rendere giustizia ad ogni ambiente moderno.

7. Scale in contrasto tra stili

Un vero e proprio gioco di design. Adatto soprattutto a progetti di ristrutturazione, gioca sul confronto tra antico e moderno, abbinando i capisaldi del design contemporaneo – vetro, metallo, ferro – allo splendore dei materiali di un tempo – mattone, legno, piastrelle.

La lezione più preziosa: mai sottovalutare la storia di un edificio per un futuro di autentico design.

8. Scale geometriche

Un vero e proprio esempio di creatività, per spazi che non hanno paura di osare. Perfette per ambienti giovani, ma anche per interni che sono alla ricerca di un elemento distintivo, le scale geometriche rappresentano una valida risposta al bisogno di sorprendere.

Basta poi un solo tocco di colore, in contrasto con le cromie di contorno, per ottenere un vero e proprio gioiello di design.

Scale di design: progetti su misura per te

Nelle scale di design, anche le decorazioni possono diventare un vero e proprio tocco di stile. In particolar modo nelle scale moderne, il design si vede anche negli accessori: decorazioni con piante e oggetti ricercati, illuminazioni studiate per rendere piena giustizia al progetto architettonico.

Sei ancora indeciso su quale tipo di scala possa fare al caso tuo? La soluzione più adatta a te potrebbe essere un progetto su misura, pensato per risaltare i tuoi spazi con la commistione tra diverse tipologie.

Lasciati ispirare dai nostri esperti: contattaci ora per prenotare un appuntamento e avere le idee più chiare. 

Arredamento stile minimal: 4 idee per il tuo soggiorno

Arredamento stile minimal vuol dire decidere di vestire la tua casa con solo ciò che è essenziale.

Arredare una casa moderna e funzionale con un soggiorno in stile minimal richiede abilità e disciplina. Togliere il superfluo e aprire la stanza a un respiro più ampio, per accoglierti in un ambiente confortevole, può essere un compito arduo.

Se vuoi un soggiorno essenziale, perché adori l’idea di un design funzionale, smetti di sfogliare cataloghi e pagine web e cogli l’ispirazione da queste 4 idee. Preparati a trasformare l’immagine del tuo soggiorno in una realtà da vivere.

Arredamento stile minimal per un soggiorno vitale e moderno

Il design minimalista estrae la complessità e semplifica i tuoi spazi per lasciarti vivere un ambiente che rifletta la tua personalità, senza interferenze.

Il minimalismo è una corrente di pensiero, uno stile di vita che si rispecchia nelle scelte che fai e nelle emozioni che il tuo ambiente saprà farti provare. Forse ti vengono in mente arredi futuristici e assenza di colore, ma questo non vuol dire abbandonare l’idea di giocare con inserti d’arredo che appaghino il tuo gusto estetico.

Libera i tuoi spazi e crea un ambiente rilassante e accogliente, ma anche accattivante. Il concetto di base è “meno è meglio”. Dunque, vediamo come puoi liberarti da tutto ciò che provoca stress e scegliere l’arredo stile minimal giusto per te.

1) Scegli colori neutri e crea i confini di uno spazio da vivere

L’arredamento in stile minimal comunica ordine e armonia. Ogni cosa è al suo posto, immersa in una tavolozza di colori neutri. Il tuo stile deve emergere, per rendere la stanza accogliente, e il bianco è una tela splendida e luminosa dove puoi esprimere la tua personalità.

Il contrasto tra bianco e nero, classico del minimalismo, non deve soffocare la tua ispirazione. Le pareti bianche sono i confini di un soggiorno che può accogliere arredi con sfumature tenui, come il grigio chiaro, il rosa, il tortora o il marrone. Ma non dimenticare che puoi accendere il tuo soggiorno con sottili schiocchi di colore, per creare un’atmosfera intima e confortevole.

Le tonalità profonde dei boschi sconfinati, dove spiccano i frutti dal roseo al violaceo, oppure un caldo tocco dorato, possono creare un living room moderno e minimalista. Lascia che le forme pulite degli elementi d’arredo emergano nello spazio.

Immagina di sprofondare nel tuo divano dalle tonalità ocra, mentre un buon libro ti accompagna, per trascorrere un pomeriggio rilassato. Le pareti occupate da troppi elementi potrebbero distrarti. Basta un pizzico d’arte a creare un’area d’ispirazione e relax. Un unico elemento di stile, che sia una stampa o un disegno a carboncino, riempie lo spazio bianco e non invade la tua concentrazione.

Spazi vuoti e punti focali, questa è l’essenza elegante e semplice del minimalismo.

2) Forme d’arredo che ispirano il flusso visivo

Mobili e complementi d’arredo nel soggiorno minimalista presentano linee e curve pulite e ben definite. Progettare una stanza con un arredamento in stile minimal vuol dire scegliere elementi adatti allo spazio, che contribuiscano a creare un flusso visivo unico e coerente.

Non hai bisogno di molti oggetti per rendere il tuo soggiorno uno ambiente arioso ed elegante in cui vivere.

Una scaffalatura, che segue le linee della stanza, diventa il posto perfetto per i tuoi libri. File verticali di colori multipli richiamano cuscini dalle tonalità briose adagiati su un divano grigio scuro, che risveglia un’atmosfera d’effetto.

Un tavolino da caffè in marmo o in vetro, una piccola panca in legno o un puff in pelle verde: ascolta i tuoi gusti. L’importante è che gli arredi siano funzionali, di qualità e rendano armonioso il soggiorno.

Superfici piane e prive di maniglie creano un arredo rilassante per gli occhi. Nulla più di ciò che ti serve, questa è l’essenza dell’arredamento in stile minimal. Se tieni a mente questo concetto fondamentale e vinci l’impulso di aggiungere oggetti, potrai disegnare il soggiorno che desideri.

3) Arredamento in stile minimal: spazio ai materiali

“Togliere” può essere difficile, ma valorizzare i tuoi spazi e respirare emozioni semplici e intense è un traguardo appagante e possibile.

I materiali nell’arredamento in stile minimal ti offrono una scelta senza confini. Dal legno all’acciaio, dal vetro fino al marmo. Non mancano gli inserti d’arredo cromati e il granito nei pavimenti. Puoi declinare la filosofia minimal nello stile moderno, scandinavo o industriale, senza mai dimenticare le cromie tenui che sanno renderlo confortevole (qui trovi la differenza tra arredo moderno e contemporaneo).

Immagina di camminare su un caldo pavimento in legno. Al centro della stanza un tappeto grigio chiaro disegna il fulcro del tuo soggiorno. Un ampio e morbido divano angolare in tessuto e un piccolo tavolino in vetro sono tutto ciò che ti serve.

Tendaggi leggeri e lineari lasciano che le finestre siano libere di far entrare la luce, che accende pareti bianche e decorate con poche immagini d’impatto. E nell’angolo, opposto al divano, una poltrona in pelle marrone attira l’attenzione e accompagna un mobile bianco dalle linee nette, le cui vetrine custodiscono pochi oggetti ordinati.

Coniugare l’estetica e la funzionalità degli arredi renderà il tuo soggiorno il luogo ideale in cui ritrovare la tua intimità e la stanza perfetta per incontrare i tuoi ospiti.

Vuoi approfondire altri stili di arredamento per disegnare una casa accogliente come la desideri? Questo articolo è perfetto per te: 3 stili di arredamento per la tua casa.

4) Spazi aperti e ricchi di natura

Pochi elementi ottimizzati nello spazio: leggerezza, benessere e comfort. Sono queste le prerogative di un arredo minimal che lascia respirare il soggiorno e attinge alla natura per risvegliare la vita.

Dai spazio alle tue piante o ai fiori freschi e porta le tonalità del verde e della terra nel tuo soggiorno minimal. Fai attenzione a non esagerare e gioca con lo spazio a disposizione senza appesantirlo.

Bocce o barattoli di vetro, decorati con alcune piante grasse, possono ravvivare davanzali e mensole flottanti, oppure scendere dal soffitto, per rendere il tuo soggiorno giocoso e spensierato.

Non dimenticare di includere nel tuo nuovo soggiorno punti di luce calda che possano coccolare le tue serate, quando il sole tramonta. Una lampada da terra o un pendente moderno e senza fronzoli, se bene posizionati, possono rendere la stanza accogliente e luminosa quanto basta per la tua intimità.

Arredamento stile minimal: l’essenza degli spazi

Scegli la palette di colori che risuona con la tua personalità, per ricercare le sensazioni accoglienti che ti fanno stare bene. Libera gli spazi, muoviti con disinvoltura in un ambiente dove c’è solo ciò che ti serve.

L’arredamento stile minimal ti offre un soggiorno pratico e facile da pulire. Pochi mobili dalle linee piane e definite liberano la tua mente dalle distrazioni e ti senti più rilassato. Tutto è in ordine e sgombro da ostacoli fisici e psicologici.

Trascorri il tuo tempo in un ambiente che sappia toglierti il peso della quotidianità e dove puoi incontrare la spensieratezza che alimenta la tua creatività.

Arredamento minimal non vuol dire spogliare le stanze delle loro emozioni, anzi, è la soluzione ideale per liberare i tuoi spazi e trovare il calore accogliente dell’essenzialità.

I nostri esperti di arredo interni sanno quanto sia importante ricreare un ambiente fresco e rilassante in cui ritrovare sé stessi e la propria intimità. Certo, non è facile seguire la via dell’essenziale, ma insieme possiamo disegnare il soggiorno minimal che stai immaginando.

Contattaci oggi stesso e condividi con noi il tuo progetto d’arredo.

Arredo moderno o contemporaneo: le differenze

Sai quello che vuoi: un ambiente accogliente che rispecchi il tuo stile di vita e in cui sentirti a tuo agio. Tuttavia, quando l’arredatore d’interni ti ha chiesto se preferisci un arredo moderno o contemporaneo, hai sgranato gli occhi e lo hai guardato perplesso: non è così semplice distinguerne le differenze.

Sebbene lo stile moderno e contemporaneo abbiano molte caratteristiche in comune, restano design d’interni con identità precise e storie diverse.

Conoscerli ti permetterà di arredare con gusto la tua casa e creare uno stile personale, che non ti stancherà, perché potrai aggiornarlo col passare del tempo.

 

Arredo moderno e contemporaneo: tra rivoluzione, storia e dinamismo

 

È facile fare confusione tra arredo moderno e contemporaneo. Spesso sono termini usati come sinonimi, e l’attuale influsso dell’arredo moderno nello stile contemporaneo, confonde ancora di più.

Se è vero che ogni stile presenta peculiarità che lo distinguono, è anche vero che nel contemporaneo possiamo trovare influenze di altri stili e reminiscenze del passato. La sua dinamicità e l’innovazione continua apportata dalla creatività dei designer, lo rendono camaleontico e intramontabile. Tutto ciò che è nuovo è attuale, e quindi contemporaneo.

Le linee semplici e funzionali degli elementi d’arredo rappresentano il più evidente punto d’incontro tra i due stili. Tuttavia, mentre l’arredo moderno nasce in un preciso momento storico, l’arredo contemporaneo rappresenta l’essenza delle innovazioni del momento.

 

Arredo moderno: cos’è

 

La rivoluzione dell’architettura, a cavallo tra le due grandi guerre, ha assorbito i concetti del modernismo e ha portato a ripensare i criteri progettuali ed estetici dell’arredo. La natura dello stile moderno si nutre del concetto di “bello, se funzionale” ed esprime il bisogno di uno spazio abitativo ideato per essere utile.

Lo stile moderno è nato per rompere con la tradizione. Ha introdotto l’uso di metalli, vetro e laminati plastici, per ricoprire il legno e donargli nuove finiture: più lucide e brillanti. Negli anni si è evoluto distaccandosi dall’architettura del XX secolo e fondendosi con l’idea di minimalismo delle forme e degli spazi, proprio come nello stile contemporaneo. Questo però non deve confonderti.

Per arredo moderno si intende tutto ciò che il design, nell’architettura d’interni, ha creato nell’ultimo secolo, fino a oggi. Una fusione di arredi razionali e funzionali che riprende le rivoluzioni del ‘900, ma che è pronta ad accogliere le innovazioni che lo stile contemporaneo azzarda e sperimenta.

È uno stile sobrio e semplice, che ha l’obiettivo di alleggerire l’impatto degli arredi, per creare un ambiente pratico e facile da pulire: adatto all’uso quotidiano. Puoi creare un ambiente sobrio, con colori neutri o scuri a tinta unita, per donare sensazioni di relax, oppure puoi usare tonalità più accentate, per rendere l’ambiente più brioso.

Nell’arredo moderno, anche la tecnologia è ormai ampiamente integrata, un supporto indispensabile per rendere sempre più pratico lo spazio abitativo.

 

Arredo moderno: elementi, materiali e colori

 

L’arredo moderno è versatile e adatto a qualsiasi tipologia di abitazione. Dal loft all’open space, dall’appartamento spazioso al monolocale. Quest’ultimo, poi, ne trae i maggiori benefici, grazie alle soluzioni modulari, capaci di adattarsi a qualsiasi spazio.

Dunque, per distinguere l’arredo moderno dal contemporaneo, presta attenzione a questi elementi essenziali:

  • uso di decori moderato, mobili e arredi realizzati sia con materiali innovativi che tradizionali, ma sempre trattati. Per esempio, legno laccato, lucido oppure opaco, arricchito con inserti in metallo;
  • linee pulite, squadrate o morbide, ma sempre delicate;
  • arredi in pelle trattata, ma soprattutto l’uso di tessuti leggeri e traspiranti;
  • accostamenti di colori soft, come grigio, marrone, bianco e nero. Oppure, colori più forti e vivaci, messi in contrasto, ma senza attirare troppo l’attenzione, come bianco e arancione, bianco e blu, oppure il viola, l’azzurro e il lilla.

Arredo contemporaneo: lo sguardo sul futuro

 

L’arredo contemporaneo è riconoscibile per la sua continua connessione con l’evoluzione delle esigenze dell’uomo nell’abitare gli spazi.

L’attenzione nell’arredo contemporaneo è rivolta alla scelta dei materiali e alle connessioni con la tecnologia, per ricreare un ambiente comodo, pratico e bello da vedere. La sua natura dinamica e aperta alle contaminazioni ha dato vita a “sottocategorie” di stili, come l’hi-tech, lo stile industriale, oppure il minimal.

È uno stile camaleontico dai confini labili, che bandisce le decorazioni e si ispira alla geometria in tutte le sue forme. Le linee essenziali di un angolo retto sono pronte a fondersi con forme arrotondate, e a creare mobili dal grande impatto visivo: pratici e capaci di adattarsi ai piccoli spazi.

Il design multifunzionale dello stile contemporaneo osa e vuole essere protagonista dell’ambiente: sempre pronto all’azzardo e all’integrazione con materiali, forme e colori da sperimentare.

 

Arredo contemporaneo: elementi, materiali e colori

 

L’arredo contemporaneo si adatta al modo di vivere e pensare la casa dettato dall’organizzazione delle famiglie. I 3 punti cardine sono la semplicità, la praticità e la cura dell’estetica.

Nonostante la sua versatilità e la tendenza a ispirarsi alle ricerche continue dell’interior design, ci sono elementi essenziali che persistono e puoi riconoscerli facilmente:

  • mobili e arredi realizzati con materiali mai usati prima, come il corian o il silestone, superfici laccate, aerografate o serigrafate, sia lucide che opache, ma prive di qualsiasi decoro, per far risaltare la qualità dei materiali.
  • linee pulite, come nell’arredo moderno, ma dove le forme geometriche si incrociano e perdono ogni riferimento
  • arredi essenziali, come nella filosofia minimal, pronti a lasciare spazio e a far correre l’occhio in ambienti ampi. Anche quando i metri quadrati disponibili non sono molti, i mobili contemporanei sanno fare economia di spazio, senza dimenticare di essere utili e funzionali, e lasciano respirare la casa.
  • abbinamenti classici, come il bianco e nero, sono sempre presenti, ma emergono e prendono la scena colori forti e decisi, accostamenti inconsueti, come viola e verde acido, con contrasti netti.

 

Arredo moderno e contemporaneo: le differenze

 

Gusto. È questa la parola chiave in ogni stile. È vero che esistono elementi distintivi nei diversi tipi d’arredo d’interni, ma la casa deve rappresentare la tua personalità, la tua essenza. Deve farti sentire a tuo agio. Quindi, sarà il gusto unico e originale, che appartiene solo a te, a guidarti nella scelta degli elementi d’arredo e dei mobili adatti a ricreare il tuo stile:

  • materiali;
  • arredi;
  • colori;
  • forme;
  • decori;
  • posizione dei mobili;
  • funzionalità degli spazi disponibili;
  • innovazione e tecnologia.

Ogni tassello creerà la casa giusta per te.

Ora, però, sai che l’arredo moderno è quello stile che si è spogliato dal peso del barocco e delle forme del classico, per adattarsi al tuo vivere quotidiano. È nato nel secolo scorso, ma si evolve costantemente, perché descrive un presente che si arricchisce delle innovazioni sperimentate e consolidate nello stile contemporaneo.

Arredo moderno e arredo contemporaneo ti offrono linee semplici e spazi minimal, dove emergono il bisogno di praticità ed essenzialità. Sono due stili distinti, con connotazioni precise, ma con molteplici punti di contatto e rimandi continui.

 

Arredo moderno e contemporaneo: dove trovare le soluzioni giuste

 

Arredare la tua casa significa curare ogni dettaglio, imprimerle il tuo carattere e trasformarla in un ambiente confortevole in cui vivere e accogliere i tuoi ospiti.

Gli stili d’arredo moderno e contemporaneo comprendono un insieme di caratteristiche riconoscibili, ma niente deve impedirti di esprimere il tuo gusto personale. Gli stili dettano linee guida, non devono essere per forza rigide regole invalicabili.

Il nostro team può consigliarti e offrirti le soluzioni più adatte per progettare insieme a te l’arredo casa che desideri: contattaci oggi stesso per un supporto qualificato.